Approfondisci alla Fonte Articolo : 

http://www.ansa.it/emiliaromagna/notizie/madeiner/2017/10/13/commesse-a-amatrice-e-rimini-per-cme_23c73afa-c22c-4f5f-9c41-af96b68f46df.html

(ANSA) – MODENA, 13 OTT – Per il consorzio Cme due commesse che complessivamente valgono oltre 17 milioni di euro. Il consorzio di imprenditori del settore edile che ha sede a Modena, ed è aderente alla Cna, ha acquisito lavori di due diverse tipologie ad Amatrice, cittadina colpita dal terremoto dell’Italia centrale, e nel territorio di Rimini. Lo riporta la Gazzetta di Modena.
    La prima commessa di 9 milioni riguarda il Nuovo Polo Scolastico ‘Romolo Capranica’ di Amatrice. La struttura, che ha le caratteristiche di un mini campus, è costituita da cinque edifici comprensivi di palestra e convitto; all’interno saranno ospitate le aule per l’intero ciclo scolastico, dalla scuola per l’infanzia al liceo. Tutti gli edifici avranno impianto radiante alimentato con pompa di calore, fotovoltaico e caldaia, con elevati contenuti di ecosostenibilità. Il complesso scolastico sarà realizzata in 5 mesi, con struttura in acciaio e tamponamenti a secco.
    La seconda commessa riguarda la realizzazione delle condotte di scarico sottomarine a servizio delle vasche di laminazione del Comune di Rimini, per un importo di oltre 8 milioni. L’opera vede il Cme capogruppo di un’associazione temporanea d’imprese comprendente anche una società specializzata in lavori subacquei.
    Il Consorzio Imprenditori Edili fu costituito a Modena nel 1979 da 11 imprese artigiane. Con queste due commesse il Cme, che ora rappresenta 300 associati, porta l’acquisizione totale a 75 milioni, con una previsione a fine anno di 85 milioni, superiore (+ 28,8%) ai 66 mln che erano stati totalizzati nel 2016. “Oltre alle considerazioni di carattere puramente economico – spiega Mauro Galavotti, direttore del consorzio – sottolineo anche il rilevante contenuto tecnologico di queste 2 opere, a dimostrazione del fatto che le piccole imprese sanno esprimere, anche in ambito edilizio, un elevato standard professionale”.(ANSA).
   

Print Friendly, PDF & Email